EMOZIONI FOTOGRAFICHE

Emozione, Fotografia, Comunicazione

free portfolio website templates

Lo spazio della tecnica
Diaframma e profondità di campo

Mobirise

Come sappiamo uno degli strumenti espressivi di cui dispone un fotografo è il poter scegliere quali parti della fotografia saranno perfettamente nitide all’interno dell’inquadratura.
Tale zona di nitidezza è chiamata profondità di campo.
 
Vediamo cosa si intende per nitidezza.
Quando mettiamo a fuoco un punto (sarebbe meglio dire un piano) esso viene riprodotto, nell’immagine, come un puntino (come tutti i punti del piano). Gli altri punti posizionati leggermente prima o dopo del piano di messa a fuoco vengono riprodotti come cerchietti. Più il punto è lontano dal piano di messa a fuoco più grande sarà il diametro del cerchio riprodotto nell’immagine.
L’occhio umano non riesce a percepire cerchi con diametro inferiore a 0,25 millimetri perciò tutti quei cerchietti con diametro inferiore risulteranno puntiformi e quindi …….. nitidi!

Mobirise

Quindi possiamo dire che la profondità di campo è l’insieme dei piani nei quali i punti vengono ancora percepiti come tali dall’occhio umano.
Per questo motivo nella formula che calcola la profondità di campo è stato introdotto un parametro detto “cerchio di confusione”.
La formula di calcolo della profondità di campo, quindi, prevede tra i vari parametri anche il calcolo del “cerchio di confusione” basandosi per convenzione su una stampa di 20×25 centimetri osservata da una distanza di circa 32 centimetri da un osservatore dotato di normali capacità visive.
 
La profondità di campo dipende da vari fattori. I principali sono:
 - Il diaframma,
 - La lunghezza focale dell’obiettivo
 - La distanza di messa a fuoco
 - Grandezza e caratteristiche del sensore

 


- Il diaframma - Maggiore è il valore del diaframma maggiore sarà la profondità di campo.

Prendiamo ad esempio una macchina FF (eos 5D Mk III), con un’ottica di 100mm, mettendo a fuoco un soggetto a 5 metri.
Scegliendo un diaframma di f/1.4 avremo una zona di messa a fuoco di circa 21cm
Tipica scelta, questa, per i ritratti o per quelle fotografie dove vogliamo una zona nitida estremamente limitata in modo da far risaltare il soggetto su uno sfondo sfocato.

Mobirise


La stessa configurazione (reflex, obiettivo e distanza di messa a fuoco) ma con un diaframma f/11 permette una zona nitida di 1,71m!

Mobirise


Una cosa importante da notare è che la zona di messa a fuoco si estende per circa 1/3 della sua lunghezza davanti al punto di messa a fuoco (in questo caso 5m) e 2/3 dietro il soggetto.

  
 
 
- Lunghezza focale dell’obiettivo - Minore è la lunghezza focale e maggiore sarà la profondità di campo.

La lunghezza focale dell'obiettivo è il parametro che maggiormente influisce sull'ampiezza della zona nitida. Le focali corte permettono una profondità di campo particolarmente estesa.
Anche in questo caso facciamo qualche esempio.
Con un obiettivo da 18mm, f/8 e fuoco sui 5m abbiamo tutto nitido da un metro ad infinito mentre con un 200mm abbiamo soltanto 29cm di profondità di campo.

Mobirise


Ecco perché con i grandangoli è facile riuscire ad effettuare fotografie di panorami con a fuoco contemporaneamente lo sfondo e soggetti in primissimo piano.
Al contrario le focali più lunghe sono caratterizzate da una zona nitida estremamente ridotta e anche impostando il 200mm a f/22 non riusciamo ad arrivare ad un metro di profondità di campo!

 
  
 
- Distanza di messa a fuoco - Maggiore è la distanza dal soggetto e maggiore sarà la profondità di campo.

Anche questo parametro agisce sulla zona nitida del fotogramma. Vediamo come.
Prendiamo l'esempio precedente: obiettivo di 100mm, diaframma f/1,4 messa a fuoco a 5m profondità di campo ottenuta 21cm.
Se spostiamo il soggetto a 10m la profondità sale a 84cm, a 20m arriviamo a circa 3,4m

 
 
 
Iperfocale

A volte si ha la necessità di estendere il più possibile la profondità di campo in relazione all’apertura del diaframma e alla focale dell’obiettivo.
In questo caso l’unica cosa che possiamo cambiare è la distanza di messa a fuoco.
C’è una distanza di messa a fuoco in cui tutti gli oggetti che si trovano tra l’infinito e la metà di questa distanza di messa a fuoco saranno accettabilmente nitidi. Questa è la massima profondità di campo ottenibile con quella lunghezza focale e quel diaframma.
Questa distanza si chiama Iperfocale.
 
Facciamo un esempio:
Con una reflex FF e un obiettivo 18mm a diaframma f/8 la distanza iperfocale è 1,37m.
Impostando la reflex con questi parametri abbiamo una zona nitida da 0,68m ad infinito.

Mobirise

 
Conoscere l’iperfocale è importante, oltre che per foto di paesaggio, anche per quei casi in cui non si ha la possibilità di eseguire la messa a fuoco nel momento di scatto.
 
Tutti questi parametri sono da tenere in considerazione nella realizzazione della fotografia in quanto possono condizionare le nostre scelte in fase di scatto.
Nel caso di fotografia di strada si usano generalmente grandangolari non particolarmente spinti quindi usando un diaframma sufficientemente chiuso e impostando la ghiera di messa a fuoco sulla distanza iperfocale possiamo evitare di preoccuparci della nitidezza e concentrarci sulla scena e sull'attimo decisivo.
Nella caccia fotografica ad uccelli da un capanno usiamo focali lunghe mettendo a fuoco relativamente vicino. Siamo costretti, quindi, a lavorare con diaframmi abbastanza chiusi per cercare di avere una profondità di campo sufficiente per il soggetto.
Nella macrofotografia il soggetto è talmente vicino che la zona di messa a fuoco si misura in millimetri. Anche in questo caso siamo obbligati a lavorare con diaframmi elevati e, a volte, non è ancora sufficiente. In queste situazioni ci viene in aiuto la tecnica del Focus Stacking…..ma questo lo vedremo la prossima volta.
 
 
Volete calcolare l'iperfocale per i vostri obiettivi? Volete calcolare la profondità di campo per altre distanze o diaframmi?  
Ecco un paio di simulatori dei tanti disponibili.
Simulatore per PC:
App:
 
 
Giancarlo De Felici

Mobirise
Indirizzo

Via Francesco Amici 8
00152 Roma
Dove siamo

Contatti

Email
Telefono: 06 92099405